Archive for July, 2008

h1

Polvere di stelle sotto la Madonnina

July 30, 2008

U n bel settembre attende i cinefili e in genere gli amanti del cinema a Milano. L’Assessorato al Tempo Libero del Comune, infatti, in collaborazione con le diverse realtà cittadine, ha deciso di incasellare le diverse iniziative (festival, rassegne, eventi e così via) sbocciate in questi anni in maniera libera e piuttosto disorganica, in un unico contenitore, un’etichetta che da quest’anno andrà sotto il nome di «Milano Settembre Cinema».«L’idea che ci ha guidato nella costruzione del progetto – spiega l’assessore Giovanni Terzi – è stata quella di mettere in rete tutto quello che la città fa per il cinema e sul cinema, senza fanfare e tappeti rossi, ogni anno, in maniera concreta e pragmatica».L’anno scorso, sottolinea ancora Terzi, il progetto Festivall, vale a dire il «Festival di tutti i Festival», dei documentari ma non solo, aveva avuto «un discreto successo» e quindi si riparte da quell’esperienza. Nello specifico, il programma si dipanerà lungo tutto il mese, ruotando attorno a una serie di appuntamenti-cardine. In primis, la «Panoramica», vale a dire i film presentati tanto al Festival di Locarno quanto alla Mostra del cinema di Venezia. Non solo, quest’anno Milano Settembre Cinema presenterà due film presenti nel cartellone veneziano prima del passaggio nella «Panoramica». Chiusa quest’ultima, l’Anec Lombardia ha deciso di cavalcare l’onda dell’entusiasmo cinefilo varando, per il 15 e 16 settembre, una Festa del cinema che permetterà a tutti di entrare nelle sale convenzionate pagando solo 2 euro.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279714

h1

«Sì ai lavori nella base Dal Molin»

July 30, 2008

da MilanoNessuna prova di danno ambientale ed esclusiva competenza dello Stato in materia. Con queste motivazioni il Consiglio di Stato dà il via libera ai lavori di ampliamento della base militare di Vicenza. Accogliendo in questo modo l’appello della presidenza del Consiglio dei ministri e del ministero della Difesa contro l’ordinanza del Tar del Veneto che il 18 giugno scorso aveva accolto la richiesta di sospensione del progetto Dal Molin.Alla base della decisione del Consiglio di Stato, l’insindacabilità dell’autorizzazione governativa all’ampliamento. «Tale insindacabilità – chiarisce una nota del Consiglio di Stato – riguarda non solo il contenuto dell’atto, ma anche, a maggior ragione, la sua forma, propria dell’ordinamento nella quale l’atto si è formato». Come a dire: venendo dal governo, si tratta di una decisione politica, non giudicabile dal tribunale amministrativo. La diretta conseguenza di questa constatazione è che, trattandosi di materia di esclusiva competenza dello Stato, non è prevista la consultazione della popolazione. E proprio sulla mancata consultazione dei cittadini, oltre che sull’assenza di una specifica autorizzazione da parte del governo e sulla violazione delle procedure delle gare d’appalto, si era basata la decisione del Tar. A rendere ancora più lapidaria la sentenza del Consiglio di Stato, il decadere dell’allarme per presunti danni ambientali, perché rischi di questo tipo sembrano «privi di riscontri concreti».

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279596

h1

Movida in centro l’inciviltà fa la differenza

July 30, 2008

Si parla di movida, a Milano. E ci sarebbe da scusarsi con gli spagnoli per l’irrispettoso accostamento. Ma a leggere le consuete cronache estive sul tema, c’è un equivoco. Grande e grosso. La Milano descritta dalle varie «rubriche del cittadino» divide i suoi abitanti tra giovani allegri e vecchi bacucchi, tra chi si vuole divertire e chi vuole dormire, tra simpatici giovialoni e spaccaballe intolleranti. Ma non è così. Non è questo il punto che rende la movida milanese tra le più becere d’Europa. La questione è un’altra e si chiama illegalità. O, meglio, inciviltà e mancanza totale di controlli in grado di educarla e, se il caso, di punirla, e severamente. Chi scrive abita in corso di Porta Ticinese. Ma il problema suo e della maggior parte dei residenti della zona non è il chiasso fino alle ore piccole. Non sono i ragazzi a zonzo, nemmeno i loro decibel. Il problema è quando il portone di casa diventa orinatoio pubblico. Quando i vetri delle bottiglie rotte, che un’ordinanza del Comune vieta di vendere, diventano il tappeto dei marciapiedi. O quando, tutte le sere, le macchine entrano nella zona pedonale percorrendo via Vetere e via Scaldasole in contromano, e si fermano sui marciapiedi. C’è forse qualcuno che si immagina di orinare a mezzanotte su un cancello del quartiere Latino di Parigi? O di inforcare il senso vietato di una traversa del Bleecker a New York? E, nel caso, pensa di farla franca? Allora basta con le polemiche su vecchi contro giovani.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279697

h1

Benvenuti a Malmö, dove tutto è biologico

July 30, 2008

Fino a una manciata di anni fa, era l’avamposto industriale della Svezia. Oggi, è il suo miglior biglietto da visita. Turistico. Ed ecologico. Malmö la nuova è, in Europa, il miglior esempio di sostenibilità urbana, tanto che si è già guadagnata il nome di eco-city: tetti verdi, pannelli solari, interi quartieri rigorosamente «bio» hanno sostituito, qui, le vecchie fabbriche. E hanno fatto di questa terza città svedese per estensione, affacciata laddove Mar Baltico e Mare del Nord si sfiorano, la prima meta estiva del Paese per gli svedesi e per i vicini danesi, che arrivano percorrendo le vertebre d’acciaio dell’Øresund, il ponte tra Svezia e Danimarca. Cercano spiagge -da non perdere, Rigersborg o la Copacabana di Malmö, con i suoi bagni d’antan primi Novecento-, parchi -Slottstradgarden, l’orto botanico cittadino è tappa obbligata, soprattutto per uno spuntino tra serre e righe multicolor di fiori-, mercatini e negozi -nel quartiere di Drottningtorget sono tutti ‘green’, persino il parrucchiere che ha bandito i prodotti chimici dalle teste delle sue clienti (Manatura, http://www.manatura.com). E poi c’è Vastra Hamnen, il simbolo della rinascita di Malmö, il quartiere inaugurato per l’Expo 2001, dove tutti vorrebbero abitare. Un po’ per la torre bianca disegnata dall’archistar spagnolo Santiago Calatrava, la cosiddetta Turning Torso che, con i suoi 190 metri d’altezza e i 54 piani di appartamenti, è il secondo edificio residenziale più alto d’Europa.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279738

h1

Cassano rivede i compagni dopo le fatiche degli Europei

July 29, 2008

È arrivata l’ora di Antonio Cassano, tutti i tifosi blucerchiati stavano aspettando questo momento. Oggi (è atteso anche il presidente Riccardo Garrone) il Peter Pan della Samp si aggregherà alla truppa doriana (giungerà a Moena in serata) e inizierà la preparazione insieme ai compagni da domani mattina. Per lui un po’ di riposo extra dopo le fatiche degli Europei ma tanta voglia di ritrovare subito la condizione. Ma quale sarà il menù per il talento barese? «Nei primi tre giorni effettuerà il lavoro che il resto della squadra aveva svolto a Bogliasco prima della partenza per Moena. A seguire ci saranno i primi test e soltanto al termine sarà deciso il percorso che dovrà seguire», spiega Giuseppe Pondrelli, preparatore atletico della Samp. Rispetto all’anno scorso si parte con un doppio vantaggio: «Ha giocato gli Europei e lo conosciamo già, mentre nella passata stagione arrivava da un lungo periodo di inattività. Il nostro obiettivo? Portarlo ad una buona condizione per l’inizio del campionato», continua Pondrelli. Nessuno si sbilancia in casa blucerchiata ma l’idea sarebbe quella di farlo debuttare il 24 agosto nella sfida in programma a Nyon contro la nazionale dell’Arabia Saudita, ultimo test fissato prima del debutto casalingo con l’Inter. Ma la chiacchierata con il preparatore atletico della Samp è servita anche per capire lo stato di salute di Mirante e soci. Su Fornaroli, Pondrelli risponde così: «Sta rispondendo abbastanza bene.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279540

h1

Tra i carrugi del vino nell’Imperiese

July 29, 2008

Torna «Carrugi del Vino. Piccole e grandi cantine aperte sino a notte nella terra del prodotto tipico», l’appuntamento estivo alla scoperta delle produzioni vinicole tipiche del Ponente Ligure. Appuntamento dal 7 al 9 agosto in provincia di Imperia. Novità di questa terza edizione è il coinvolgimento dei ristoranti che proporranno degustazioni delle cinque produzioni enologiche imperiesi (Pigato, Vermentino, Rossese, Ormeasco e Dolceacqua) in abbinamento a piatti e ricette tipiche. Non solo cantine aperte quindi, dove poter conoscere e apprezzare vini d’eccellenza. Per conoscere le cantine e i ristoranti che aderiscono a Carrugi del Vino, http://www.carrugidelvino.it.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279538

h1

Andy J. Forest, armonica dal vivo

July 29, 2008

È un virtuoso dell’armonica ma anche un uomo di spettacolo, attore. Un grande bluesman che ha suonato con B. B. King e Stevie Ray Vaughan e che da noi ha collaborato con Guccini, Finardi, Zucchero. È cresciuto ascoltando dal vivo maestri come Sonny Terry, Walter Horton e il bianco Charlie Musselwhite. È nato a New Orleans ma ormai è italiano a tutti gli effetti. Andy J. Forest è un giramondo del blues, che si esprime soprattutto in concerto e che si esibisce domani sera all’Idroscalo per Blue in Idro. Nel suo repertorio brani originali e molti classici, da quelli di Muddy Waters a quelli di Buddy Guy, eseguiti con classe e personalità.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279500