h1

Sul web per giocare agli stupratori

February 11, 2010

Donne e ragazze poco più che bambine: scolarette molestate per strada e stuprate nelle loro camere, tra libri di favole e orsi di peluche.

E non perché – dopo la rivolta in America, in Inghilterra e in Francia, e le denunce di associazioni a tutela di donne e minori, in Italia – «Rapelay» sia uscito dalla rete.

E le modifiche ai comandi sempre più personalizzabili, per assecondare gusti e perversioni private di giocatori di ogni età.

Ma per giocare con un «simulatore di stupri», la distinzione tra chi è minorenne e chi non lo è più avrebbe poi senso’

Fonte:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giochi/grubrica.asp?ID_blog=35&ID_articolo=643&ID_sezione=48&sezione=Giochi

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: