Posts Tagged ‘bondi’

h1

Al Mexico approda «Mar Nero» primo «lungo» del giovane Bondi

January 31, 2009

Questa sera (ore 21.15) al cinema Mexico di via Savona sarà presentato in anteprima «Mar Nero», il primo lungometraggio del giovane regista Federico Bondi, interpretato da Ilaria Occhini e Dorothea Petre. Il film racconta le vicende di due donne unite dalla solitudine, che rappresentano una storia possibile dell’Italia di oggi. Il regista e le attrici saranno presenti in sala e parleranno col pubblico dopo la visione.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=325154

Advertisements
h1

Bondi e i libri dimenticati da Rutelli

October 3, 2008

Gli editori erano di umore pessimo, ieri mattina, al loro convegno «Più cultura, più lettura, più Paese». Già il giorno prima erano inquieti per il provvedimento che intende limitare il rinnovo annuale dei libri di testo. Poi, nel pomeriggio era stata annunciata una proposta di legge che allunga a sei anni la vita di un testo scolastico. Per gli editori si tratta di una bella botta, ma per le famiglie è un bel risparmio. Ora c’è da augurarsi che, perfezionando la legge, si tenga conto che alcuni testi – in particolare quelli di geografia – hanno bisogno di aggiornamenti continui. Speriamo anche che il ministero della Pubblica istruzione provveda a rinfoltire le biblioteche scolastiche: non certo per fare un favore agli editori bensì per arricchire i nostri ragazzi e, con loro, il Paese tutto.Nel frattempo è passata quasi inosservata un’altra novità annunciata dalla Gelmini. Oggi i libri delle elementari sono gratuiti, pure per i figli dei ricchi e degli schifosamente ricchi. Domani i ricchi pagheranno i libri delle elementari, mentre i ragazzi più poveri avranno testi gratuiti anche alle medie e alle superiori. È una piccola rivoluzione «di sinistra» fatta da un governo di centrodestra, e sia benvenuta.Gli umori, dicevo, erano pessimi ieri mattina, e tutti aspettavano le conclusioni di Sandro Bondi, ministro dei Beni culturali. In sua presenza Marco Polillo ha letto un appello dell’Associazione Italiana Editori, un discorso pacato e propositivo, con una sola forte recriminazione: due anni fa l’allora ministro Rutelli annunciò la nascita di un Centro per il libro, costituito da pubblico e privato, per affrontare organicamente i problemi legati alla (scarsa) vendita e alla (ancora più modesta) lettura di volumi.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=295221