Posts Tagged ‘microsoft’

h1

Passato, presente e futuro di LibreOffice, con un ostacolo: Microsoft

September 17, 2013

Quindi, il 28 settembre 2010 questo gruppo di 16 incoscienti ha annunciato The Document Foundation – l’organizzazione – e LibreOffice – il software, facendo un salto nel vuoto senza paracadute che è stato salutato in modo positivo dalla parte più ampia della comunità, che si è riconosciuta nei cinque “pilastri” di TDF: la licenza copyleft, che protegge gli sviluppatori; l’assenza di un copyright assignment, che elimina il principale ostacolo psicologico all’arrivo di sviluppatori volontari; la democrazia “meritocratica”, dove i ruoli sono definiti dalle attività e non dalla decisione di una struttura gerarchica; l’indipendenza reale da qualsiasi vendor, con uno sbarramento al 30% dei voti in tutti gli organismi decisionali; e la governance da parte della community, con i membri – e si diventa membro se si contribuisce al progetto – che possono sia eleggere che essere eletti.

Le opportunità di migrazione scatenano la cupidigia delle aziende, e nel caso di OpenOffice prima di Sun e poi di IBM, che intravedono opportunità di lock-in “à la Microsoft” che secondo loro derivano dal controllo del progetto.

Un ecosistema aperto e libero come quello di LibreOffice, invece, permette lo sviluppo di una sana concorrenza tra chi fornisce servizi a valore aggiunto, tanto che non è certamente un caso se da agosto 2011 tutte le migrazioni da MS Office a una suite libera sono state a LibreOffice, e in quasi tutti i casi sono state sostenute da un’azienda che fa parte dell’ecosistema (generando un business di un ordine di grandezza superiore a quello generato da OpenOffice all’apice del suo successo, in un terzo del tempo).

Se poi hai bisogno di elaborare un foglio di calcolo di 1 milione di righe (sì, sicuro nella pubblica amministrazione è pieno di questo tipo di lavori), allora forse meglio procurarsi anche un computer serio per farlo (chiamasi anche server di calcolo remoto).

 Fonte:  tomshw.it /cont/articolo/passato-presente-e-futuro-di-libreoffice-con-un-ostacolo-microsoft/49147/1.html

Advertisements
h1

Microsoft approva lo strumento per sbloccare Windows Phone

July 4, 2011

Microsoft opta per una scelta diametralmente opposta a quella di Apple e decide, alla fine, di approvare l’applicazione che consente di “sbloccare” i suoi dispositivi mobili Windows Phone 7.

Gli autori del programma – ChevronWP7 -, Rafael Rivera, Chris Walsh e Long Zheng, hanno pubblicamente rivelato di essere in procinto di lanciare un nuovo servizio per lo sblocco dei terminali Windows Phone 7 che godrà della “benedizione” di Microsoft.Se in un primo momento Microsoft aveva deciso di combattere ChevronWP7 richiedendone la rimozione dalle varie “pieghe” del web, lo strumento che sarà a breve pubblicato dovrebbe consentire a tutti di aprire i device Windows Phone 7 all’installazione di qualunque genere di programma.L’operazione di jailbreaking, da sempre messa al bando da Apple, nel caso dei dispositivi mobili di Microsoft non sarà gratuita ma richiederà il versamento di un contributo agli sviluppatori di ChevronWP7.

Una guida multimediale da leggere, sfogliare e ascoltare con idee, proposte e soluzioni.

Fonte:
http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=7490

h1

Microsoft Italia dà una mano a compilare il 730

April 20, 2009

CRN – Notizie per rivenditori e distributori di informatica, hardware e software

L’iniziativa, che l’anno scorso ha contato 400.000 visitatori, si inserisce nell’ambito dell’iniziativa Destinazione Impres@.È online dal 6 aprile il servizio di Microsoft messo a disposizione degli utenti per la compilazione del 730.

Accedendo al sito è, infatti, possibile scaricare in formato XPS il nuovo modello 730/2008 e fruire delle informazioni necessarie per la compilazione del documento: link ad hoc introducono il modello, i soggetti interessati, i termini e modalità di presentazione, le scadenze, le novità del modello, e le istruzioni per la compilazione che aiutano passo per passo l’utente nella redazione del documento; il modello è analizzato quadro per quadro a partire dal frontespizio.

I visitatori che si collegano al sito Microsoft per le PMI possono usufruire delle informazioni e dei contenuti realizzati da Ipsoa Editore, società del gruppo Wolters Kluwer e storico Partner di Microsoft PMI.Proporre servizi come questo, attraverso un tool di semplice utilizzo, rientra nella strategia di Microsoft di fornire supporto ai titolari e ai dipendenti delle Piccole e medie imprese per la risoluzione delle problematiche più attuali grazie a strumenti utili che possono velocizzare il lavoro e allo stesso tempo accrescere il know-how delle persone e delle aziende ha affermato Andrea Dossena, Direttore Business & Marketing Piccola e Media Impresa, Microsoft Italia.

Fonte:
http://www.vnunet.it/it/vnunet/news/2009/04/14/microsoft_italia_da_una_mano_a_compilare_il_730